Skip to content

So long, Tumblr

Ieri ho patito tantissimo il fatto di non poter partecipare alla Peoplès Vote March, causa lombosciatalgia acuta che mi tormenta da una settimana.
Forse è anche per quello che mi sono decisa a spostare tutti i post del mio Tumblr su un dominio di terzo livello (btw, cancellare tutti i post dal Tumblr non è proprio agevole, importarli invece è semplice,...

Sotto e sopra

Nelle ultime settimane, nei ritagli di tempo, ho finalmente messo in pratica un’idea che avevo da talmente tanti anni che non mi ricordo più nemmeno quanti: tradurre i post in inglese, ma non con un plugin.

Nello specifico avevo in testa proprio quello che si vede qui: non tradurre tutto il sito, ma semplicemente dare la possibilità di vedere velocemente lo stesso post in due lingue cliccando su un tab....

Happy New Year

Quest’anno è stato un anno difficile, non tanto perché sono successe cose negative, ma perché sono riuscita a complicarmi la vita da sola.
Ho anche scritto molto poco, forse uno degli anni in cui ho scritto meno, anche se avevo molte bozze che a questo punto non ha più senso pubblicare.
Ma siccome sono una ragazza fortunata,...

Quattordici

Come passa il tempo, quando ci si diverte.
Oggi questo blog compie quattordici anni, anche se ultimamente lo sto trascurando parecchio.
Non mancano le novità o gli argomenti di cui scrivere, ma proprio la concentrazione e, spesso, le parole.
Ormai anche quando parlo in italiano mischio parole inglesi senza volerlo, e ho l’impressione di aver dimenticato la mia lingua madre....

Mind blowing

Se undici anni fa, mentre ascoltavo in loop questa canzone, mi avessero detto che avrebbero fatto uscire un nuovo disco, e che li avrei visti dal vivo a Londra a due passi da casa, e che avrebbero incluso nella scaletta anche quella canzone, avrei decisamente pensato a una presa in giro.
E invece, l’inimmaginabile è successo, il concerto è stato strabiliante (a parte la boy band irlandese di supporto,...