• Tutte le volte che c’è una riunione, per riprendere la corretta attenzione al codice da sviluppare ci vanno in media 20/30 minuti. Sarebbe molto simpatico se questa cosa venisse presa in considerazione.
  • Se nei 15 minuti di stand-up mattutini col cliente la domanda è sempre: questa cosa su cui stai lavorando, a che punto è? non vedo il senso di dover scrivere prima a che punto è quella cosa ed eventualmente modificarne lo stato.
  • Se c’erano già delle riunioni generali fatte in un certo modo, probabilmente è perché quelle riunioni funzionavano bene. Mi sfugge il senso di cambiarle, e soprattutto mi sfugge il senso di farle 3 volte più lunghe.
  • Se avessi voluto passare le giornate facendo riunioni, non farei la programmatrice.
  • Se mi metti una riunione all’ora di pranzo, non mi dici che purtroppo il cliente ha tempo solo in quel momento: dici al cliente che il team a quell’ora non è disponibile.

Ci sono molte cose non dette in questo elenco, e sono tutte molto poco gentili. Spero che venga apprezzato il fatto che non le ho scritte.

(Si, oggi è una di quelle giornate li’. Ma anche ieri, l’altroieri, domani, etc.)