Il prossimo sarà un anno un po’ bovino, dice l’oroscopo cinese.
E va bene così: dopo il 2020, un anno placido ci starebbe proprio a pennello.

L’ultimo colpo di sfortuna del 2020 ci è stato gentilmente offerto dalla tempesta Bella, che ha buttato giù l’albero in giardino. E mentre scrivo mi viene in mente che l’anno non è ancora finito, e magari quello non è l’ultimo (non si sa mai).

Abbiamo un vaccino, abbiamo un accordo con l’Unione Europea.
Ma qui in UK sembra che abbiano già cominciato a fare giochetti con la distribuzione del vaccino, e l’accordo, beh, non è un no deal, ma direi che il vantaggio finisce qui.
Qualsiasi accordo al di fuori dell’Unione non può essere meglio del far parte nell’Unione, e mi auguro che la gente comune qui si svegli e se ne renda conto. Alcuni l’hanno già fatto.

Dunque oggi alle 23 ora UK uscirà ufficialmente dall’EU, dopo che il parlamento ieri ha votato 521 a 73 a favore del deal. Noi siamo pronti, abbiamo fatto scorta di tutto lo stretto necessario.

Speriamo per il meglio, prepariamoci al peggio.

P.S. Il titolo del post è anche il titolo di questo film uscito da poco su Netflix. Guardatelo se potete, io l’ho trovato molto catartico.

Death to 2020

Ah, già, dimenticavo: Buon Anno Nuovo.