Skip to content

Happy New Year

Quest’anno è stato un anno difficile, non tanto perché sono successe cose negative, ma perché sono riuscita a complicarmi la vita da sola.
Ho anche scritto molto poco, forse uno degli anni in cui ho scritto meno, anche se avevo molte bozze che a questo punto non ha più senso pubblicare.
Ma siccome sono una ragazza fortunata, a partire da settembre le cose sono andate progressivamente meglio.

C’è stato il concerto degli Incubus il 7 settembre, e devo dire che sono stati davvero bravi.
Sono tornata a non essere più single, grazie alla mia metà dolce.
Ho lasciato un lavoro che sinceramente vorrei dimenticare di aver mai fatto.
E infine a dicembre ho trovato il nuovo lavoro, che, almeno per ora, sembra fatto su misura per me.

Il prossimo anno si presenta male, non per colpa sua: la Brexit incombe nei primi 3 mesi, e sarà l’anno dei miei 49 anni (49 è un altro di quei numeri insipidi che non mi piacciono).

L’anno scorso avevo due buoni propositi, che ho clamorosamente bucato.
Quest’anno non ne voglio fare nessuno, che già continuare sulla strada del 2018 sarà abbastanza impegnativo.

So long, 2018, sei stato un buon anno.
Hey, 2019, I wonder if it will be friends with me?

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articolo precedente

Articolo successivo