Visto che il consolato non solo mi aveva già mandato il plico per votare ma anche all'indirizzo giusto, ho pensato che tergiversare era inutile e ho votato, e stamattina ho imbucato la letterina.
E' stata molto dura decidere, ma come ricordo sempre in queste occasioni, votare e' un diritto ma anche un dovere.
Non esprimo pubblicamente le mie opinioni politiche perché credo sia più importante ricordare due cose, piuttosto che parteggiare per un partito:

– informarsi, informarsi, informarsi. Attenzione alle fonti e alle manipolazioni da campagna elettorale. Anche se sapete già cosa votare, guardate comunque i programmi elettorali degli altri partiti. Non fa mai male, non e' mai abbastanza.

–  votare. Non importa chi o cosa, vanno benissimo la scheda bianca e quella nulla a mio parere, ma e' importante farlo. E' un dovere, e' un diritto, esercitatelo.

E per quest'anno direi che il pippone si chiude qui.