xlthlx

I am not an early bird or a night owl. I am some form of permanently exhausted pigeon


Del motivo per cui non uso più Jetpack


08 Mag 2016

Da qualche tempo questo blog era diventato impossibile da utilizzare, complice lo shared hosting non proprio brillante; soprattutto i problemi principali erano che mentre scrivevo un post era un incubo salvarlo e pubblicarlo, ed era diventato estremamente doloroso aggiornare i plugin dall’interfaccia di amministrazione (problema risolto nell’immediato con WP-CLI), e che in generale anche durante la navigazione era lentissimo.
C’e’ voluto del tempo ma alla fine ho scoperto la vera causa di tutto questo: Jetpack.
Avevo un po’ di moduli attivati, e stavo utilizzando molte funzionalità, ma la verità che la velocità di questo blog e’ cambiata soltanto quando ho definitivamente disattivato e cancellato il plugin.
Ho quindi dovuto sostituire quelle funzionalità con nuovi plugin, e di fatto ora il questo blog ha più plugin di prima ma e’ più veloce.
Se avete problemi di performance e lo state usando, magari il problema potrebbe essere quello.

Riporto si seguito nel dettaglio il modo con cui ho sostituito i moduli, anche se sono scelte personali dettate dalle mie (poche) esigenze.

Modulo statistiche: avevo già Analytics oltre alle statistiche di Jetpack, ma mi piaceva la possibilità di vedere tutto direttamente dalla bacheca. Ho installato quindi Google Analytics Dashboard for WP, che sembra molto veloce, ed e’ comodissimo.

Modulo commenti: di questo modulo mi interessava l’anitspam, ma non il resto, e ho trovato un plugin che inserisce i reCAPTCHA di Google nei commenti, nel login,, nella registrazione e nel recupero password: Google Captcha (reCAPTCHA) . Se state usando Contact Form 7, ultimamente anche loro hanno attivato il supporto per il reCAPTCHA, vale la pena di attivarlo.

Modulo condivisione: per inserire le icone per condividere i post ho usato Simple Share Buttons Adder, invece per condividere un post quando viene pubblicato sto usando un servizio esterno, perché e’ il più flessibile che ho visto finora: Zapier.

Modulo monitor: anche per questo ho preferito un servizio esterno, che e’ più preciso: Uptime Robot. Mi ci trovo molto bene perché a differenza di cose come Pingdom ha una interfaccia molto semplice.

Modulo articoli correlati: ho deciso che visto che non avevo particolari esigenze editoriali era più semplice inserire del codice ad hoc nel tema che usare un plugin. Un discreto esempio su come fare si trova in questo articolo.

Infine non ho cambiato tema su questo blog, perché comunque mi piace, e’ semplice e ha tutto quello che mi serve, ma ho attivato la funzionalità’ di debug di WordPress per controllare gli errori, pratica utile per aumentare la velocità e la sicurezza. Alla fine sul tema di errore ne ho trovato soltanto uno.
Se avete un vecchio tema e non lo volete cambiare, assicuratevi sempre che almeno non ci siano errori.

1 commento
Commenta


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando questo blog, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi