xlthlx

I am not an early bird or a night owl. I am some form of permanently exhausted pigeon


Happy birthday to me


22 Novembre 2015

Quasi quasi me ne dimenticavo, visto che è pure più di un mese e mezzo che non scrivo nulla: oggi questo blog compie 11 anni.
Tanti auguri a te.

Nel mentre, siamo ritornati a Milano per qualche giorno a fine Ottobre, abbiamo visto un altro pezzo dell’Expo, che ormai è finito, salutato persone che non avevamo fatto in tempo a salutare l’ultima volta, e siamo tornati indietro con il classico pacco di viveri (non proprio classicissimo: caffè e panettoni, per lo più).

Sono passati quasi dieci mesi da quando siamo qui, e le cose scorrono senza grossi intoppi, anche se arrivano sorprese che non ti aspetti: giovedì scorso il mio manager e capo mi dice che mi deve parlare in privato. A un certo punto della conversazione vedo che tira fuori una lettera, e sinceramente a vederla mi spavento per un attimo pensando: che cosa ho fatto di male?, ma dura un attimo, perché mi invita a leggerla, e lo dice con molta tranquillità.
E insomma, mi hanno dato un aumento di stipendio, senza che lo chiedessi. Una di quelle cose che ti ripagano di tutta la fatica fatta per venire e restare qui.

Ma è anche successo che il mio fido e amato cellulare mi ha abbandonato per sempre, dopo 4 anni. Devo ammettere che mi è dispiaciuto più di quanto non credessi, e non perché in questo momento non ho un degno sostituto, ma perché in qualche modo ci ero affezionata. Per qualche giorno userò il mio vecchio Nokia E71, e grazie anche all’inaspettato aumento di stipendio mi potrò permettere di comprare un Nexus 5X, cosa che avevo in realtà già progettato, ma che ora è diventata una necessità. La cosa che non avrei immaginato prima, quando già volevo un Nexus, è che adesso posso tranquillamente andare a comprarlo in un negozio, il Currys PC World di Tottenham Court Road, dove Google ha il suo shop.

Happy birthday to me


22 November 2015

Almost almost I forgot, since it is also more than a month and a half that I write nothing: today this blog is 11 years old.
Happy Birthday to You.

Meanwhile, we returned to Milan for a few days in late October, we saw another piece of the Expo, which is now over, greeted people who had not had time to greet the last time, and we came back with the classic food package (not really very classic: coffee and panettone, mostly).

It’s been almost ten months since we’ve been here, and things are running smoothly, even if surprises come that you do not expect: last Thursday my manager and boss tells me that he must speak to me in private. At a certain point in the conversation I see that he pulls out a letter, and sincerely to see it I am frightened for a moment thinking: what have I done wrong ?, but lasts a moment, because it invites me to read it, and says it with great tranquility.
In short, they gave me an increase in salary, without asking for it. One of those things that repay you for all the effort made to come and stay here.

But it has also happened that my faithful and beloved cellphone has left me forever, after 4 years. I must admit that I was sorry more than I thought, and not because I do not have a worthy replacement right now, but because somehow I loved it. For a few days I will use my old Nokia E71, and thanks also to the unexpected increase in salary I will be able to buy a Nexus 5X, which I had already planned, but which has now become a necessity. The thing that I would not have imagined before, when I already wanted a Nexus, is that now I can safely go to buy it in a store, the Currys PC World of Tottenham Court Road, where Google has its shop.

2 commenti
Roberto Bolli
Roberto Bolli

Auguroni al blog e complimentoni alla proprietaria per tutto il resto!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

le trecce di xlthlx

22 April 2019

Does our culture over-prize motherhood? Yes – and it has become worse, we’ve slid backwards. Motherhood is thought of as a choice but some people have that choice taken away. I’m always shocked when people ask: “Have you got children? Why not?” I’ll think: I don’t want to explain that to you. Or: “You’d make […]

Utilizzando questo blog, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi