xlthlx

I am not an early bird or a night owl. I am some form of permanently exhausted pigeon


Trent’anni fa


19 settembre 2015

Avevo già scritto un post in occasione dei vent’anni dalla scomparsa di Italo Calvino, ma oggi vorrei aggiungere ancora alcune riflessioni.
Sono passati trent’anni da quel 19 settembre 1985, ma l’importanza di questo scrittore per me non è diminuita, né il dispiacere per la sua perdita.
Tra i libri che non ho regalato o venduto prima di venire a vivere a Londra ci sono i suoi, di cui non mi potrei mai liberare, e che rappresentano ancora una parte significativa della mia esistenza e della mia storia.
Leggere o rileggere Calvino ha ancora una grandissima importanza per me, e riesce a dirmi qualcosa e a farmi riflettere.
Oggi minima&moralia ha riportato le prime righe di uno dei racconti che era stato poi inserito nella raccolta Prima che tu dica pronto.
In qualche modo anche quell’incipit mi ha stupito, fatto riflettere, mi ha raccontato qualcosa.
Non smetterò mai di consigliare a chiunque di leggere le sue opere, perché resta uno dei più importanti autori italiani, ma soprattutto perché ha sempre qualcosa da dirci.

Commenta


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando questo blog, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi