xlthlx

I am not an early bird or a night owl. I am some form of permanently exhausted pigeon


#220 – Lo stato delle Ferrovie


15 Giugno 2014

Non prendevo un treno già da qualche tempo, ed ero preoccupata dai ritardi, la mancanza di aria condizionata, lo stato ignobile dei treni. E invece mi sono dovuta ricredere: su tre regionali presi, tutti e tre con l’aria condizionata, stato delle carrozze decente, e orari abbastanza rispettati.
C’è il piccolissimo particolare che i treni utili per viaggiare sono sempre meno, soprattutto durante il weekend (che non sia mai, che le persone possano permettersi il lusso di fare una gita fuori porta senza l’auto). Peccato anche per quelle biglietterie automatiche che non accettavano nessun tipo di carta di credito, non in una stazioncina ma in Centrale a Milano, mentre c’erano code chilometriche per acquistare biglietti ovunque.
In qualche modo, sembra che vogliano migliorare il servizio, ma non ce la fanno.

# 220 – The state of the Railways


15 June 2014

I had not taken a train for some time, and I was worried about the delays, the lack of air conditioning, the ignoble state of the trains. Instead, I had to change my mind: on three regional offices, all three with air conditioning, decent carriage conditions, and fairly respected schedules.
There is the smallest detail that the trains to travel are always less, especially during the weekend (which is never, that people can afford the luxury of a trip out of town without the car). Too bad even for those ticket machines that did not accept any type of credit card, not in a small station but in Central Milan, while there were mileage queues to buy tickets anywhere.
In some ways, it seems they want to improve the service, but they can not do it.

Commenta

le trecce di xlthlx

22 April 2019

Does our culture over-prize motherhood? Yes – and it has become worse, we’ve slid backwards. Motherhood is thought of as a choice but some people have that choice taken away. I’m always shocked when people ask: “Have you got children? Why not?” I’ll think: I don’t want to explain that to you. Or: “You’d make […]

Utilizzando questo blog, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi