Skip to content

A denti stretti

Alla fine mi sono arresa all’idea di dover chiamare il 118 e farmi portare al pronto soccorso, di nuovo, giovedì scorso.
Sono in terapia col cortisone (e per fortuna non mi hanno dato nessun antinfiammatorio, finalmente) fino al 14 agosto.
Va meglio (ma non lo dico troppo forte, che altrimenti succede qualcosa), ieri sono riuscita a fare una passeggiata di un paio d’ore.
A denti stretti, cerco di andare avanti.
Ma continuo a chiedermi quali gravissimi peccati devo aver commesso nelle mie vite precedenti.

Articolo precedente

Articolo successivo

Discussione

  1. sono passati anni e mi chiamavo con un altro nome (finto, odiamore), se anche non ti ricordi di me non importa però spero che le cose vadano meglio perché mi spiace tantissimo di leggere quello che scrivi. ti penso. eva

  2. Eva, ma certo che mi ricordo di te, ho guardato il tuo blog qualche giorno fa sperando che scrivessi ancora! Che piacere, davvero, vedere il tuo commento! Va meglio, tengo duro, faccio quello che posso. Tu stai bene?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.