xlthlx

I am not an early bird or a night owl. I am some form of permanently exhausted pigeon


Lettera al Senatore Pietro Ichino /2


03 Luglio 2009

Ho spedito la lettera precedente alle ore 12.12, alle 12:57 ho ricevuto risposta.
Nella risposta mi si chiede ‘quale sia il tipo di politica che Lei propone’.
Di seguito la mia risposta.

Gentile Senatore Ichino,
innanzi tutto La ringrazio per avermi risposto così celermente.

Come Le ho scritto precedentemente, se avessi una politica da proporre farei il suo lavoro, e non è quello che attualmente svolgo, essendo impiegata come Sviluppatore Web.
Ci sono associazioni e istituzioni che già molte volte hanno tentato di fare sentire la loro voce, che è rimasta inascoltata.

Io credo che Lei sia in grado molto meglio di me di ascoltare queste voci, e che sia adeguatamente supportato dal suo staff che riceve un adeguato compenso anche per questo.

Le posso lanciare magari dei suggerimenti: reintrodurre il tempo pieno nelle scuole abolendo i finanziamenti alle scuole private, introdurre dei controlli sui salari e sulle promozioni nel pubblico e nel privato, equiparare la maternità con la paternità in ogni suo aspetto e informare adeguatamente tutti a questo proposito, fare una campagna informativa contro la discriminazione delle donne che miri a ripensare atteggiamenti e comportamenti errati e discriminanti, aumentare le pene in caso di stupro almeno a 15 anni (il fatto che uno stupratore, anche se viene condannato, sempre che lo sia, esca di prigione nel giro di pochi anni se non mesi contribuisce a perpetuare quella mentalità per cui le donne sono oggetti e lo stupro un peccato veniale invece che contro la persona).

Ma non è questo il punto, egregio Senatore. Il punto è non discriminare ancora una volta le donne, trattandole come portatrici di handicap, quando spesso invece sono portatrici sane di intelligenza.
Questo è il motivo per cui Le ho scritto: la sua proposta è regalare il pesce invece di insegnare a pescare. Dateci gli strumenti per migliorare la nostra condizione, invece di darci il contentino senza nessun futuro.

La ringrazio ancora
Cordiali saluti

Letter to Senator Pietro Ichino / 2


03 July 2009

I sent the previous letter at 12.12, at 12:57 I received an answer.
In your answer you ask me ‘what kind of policy you propose’.
Here is my answer.

Dear Senator Ichino,
First of all thank you for having responded so quickly.

As I wrote before, if I had a policy to propose I would do his job, and it is not what I currently do, being employed as a Web Developer.
There are associations and institutions that have tried many times to make their voices heard, which has remained unheard.

I believe that you are able to listen to these voices much better than me, and that it is adequately supported by its staff, who receives an appropriate compensation for this too.

I can even suggest some suggestions: reintroduce full time in schools by abolishing funding for private schools, introduce controls on salaries and promotions in the public and private sectors, equate maternity with paternity in all its aspects and adequately inform all of them about this about an anti-discrimination campaign aimed at reconsidering wrong and discriminating attitudes and behavior, increasing penalties in the case of rape at least 15 years (the fact that a rapist, even if he is convicted, if he is, out of prison within a few years if not months helps to perpetuate that mentality for which women are objects and rape a venial sin instead of against the person).

But this is not the point, dear Senator. The point is not to discriminate women once again, treating them as disabled, when they often are healthy carriers of intelligence.
This is why I wrote to you: his proposal is to give the fish instead of teaching how to fish. Give us the tools to improve our condition, instead of giving us the sop, without any future.

Thank you again
Sincerely

Commenta

le trecce di xlthlx

22 April 2019

Does our culture over-prize motherhood? Yes – and it has become worse, we’ve slid backwards. Motherhood is thought of as a choice but some people have that choice taken away. I’m always shocked when people ask: “Have you got children? Why not?” I’ll think: I don’t want to explain that to you. Or: “You’d make […]

Utilizzando questo blog, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi