Skip to content

Vedo cose, faccio gente

Potrei raccontare che questa degustazione non è niente male, o come è bellissimo soprattutto l’impatto iniziale di questo film con gli occhialini 3D. Però, però, però.
Ho la mente annebbiata, e non è l’alcool; ho perso l’ispirazione, e non l’ho trovata nemmeno all’ufficio oggetti smarriti. E’ come se mi fossi un po’ spenta, ma solo qui.
E mentre stavo scrivendo questo post credo proprio di aver capito perché: come diceva il mio professore di italiano al liceo, per saper scrivere bisogna leggere, leggere, leggere.
Sant’uomo, come aveva ragione: sto leggendo davvero troppo poco, e quel che leggo nella maggior parte dei casi sta nel mio Feed Reader. Il che, senza togliere niente a nessuno, non è un gran esercizio stilistico (tranne in alcuni casi): allora vado a sciacquare i panni in Arno e torno.

Articolo precedente

Articolo successivo

Discussione

  1. Ancora non so, ne ho tanti indietro :) Magari Neuroetica, http://www.anobii.com/books/Neuroetica._Le_basi_neurologiche_del_senso_morale/9788850327249/01185e3812e89f314b/ ;)

  2. Come come come... parli di libri e non mi dici niente??? :PPPP
    "Questo non me lo dovevi fare!!" (recitato con enfasi-baudesca -mi sa che rischio la vita se continuo!-)
    Scherzi a parte: di Calvino e Benni avrai già letto tutto e di più... e se ti consigliassi Dino? Buzz per gli amici?!
    Che di racconti ne ha scritti tanti pure lui (così per "testare" l'autore un rapido assaggio di 2-3 pagine è meglio di un romanzo lungo).
    Consiglierei Sessanta racconti, o la Boutique...
    Io invece sto rileggendo Guy de Maupassant (Racconti fantastici). Ti farò sapere ;)
    Byeeez

  3. anche a me è tanto piaciuto maupassant, tanto proprio.
    e hesse, però...son anche quei libri che non so se rileggerei, leggerli a sedici anni diciassette per me ha avuto molto senso. oggi magari ne sarei delusa.

  4. anch'io ho avuto un periodo in cui erano i soli feed la fonte di parole per gli occhi. Ultimamente mi sono rituffato nella lettura di qualcosa che è anche piacevole da tenere in mano, annusare, dormirci su e mai stropicciare.
    Riesco addirittura a dirmi "smetti" davanti al pc, per sdraiarmi e perdermi un po.
    E pensare che volevo giusto scrivere anch'io di ciò che sto e vorrei leggere.
    Consigli non posso darne, conoscendo così poco, rischierei inutilmente.
    Buona lettura, qualsiasi essa sia.

  5. Capitana, Hesse non riuscirei proprio a seguirlo adesso, ti capisco :)
    savohead, quanto hai ragione. Sto appunto per spegnere il pc ;) E grazie della tua presenza qui, che è sempre molto gradita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.