Nevicata Sono quasi due ore che guardo lo spazio bianco dove inserire un nuovo post e non so come cominciare.
Non so se è stanchezza o perdita di abitudine, fatto sta che sebbene pensi ancora a cosa scrivere sempre più spesso quando poi si tratta di farlo faccio altro (specificare).

Novamag è finalmente a posto, il passaggio a Aziende Italia è andato a buon fine in due giorni lavorativi (più altri due per i DNS); una specie di miracolo, visto i normali tempi tecnici.
Silviani sta prendendo forma, ed è anche un po’ colpa mia.
Il blog del blogger ha il suo tema personalizzato, anche se non sembra.

Ma non è per questo che avevo cominciato a scrivere: la verità è che ieri ho preso una decisione epocale.
Sono mesi (giuro) che non so che musica ascoltare.
Continuo a riascoltare cose vecchie che sostanzialmente non mi danno grandi emozioni perché ormai le conosco a memoria.
Così ieri, dopo aver attaccato al PC il mio Stone, ho deciso di prendere tutto quello che mi era stato consigliato, oppure che avevo trovato consigliato su qualche blog/sito, e che non avevo mai ascoltato, e l’ho inserito così com’era.

Stamattina ho iniziato ad ascoltare il tutto random: l’effetto è stato magnifico.
Insomma, grazie a tutti gli amici (come JJFlashStefigno o la mia metà dolce) e a tutti coloro che si prendono la briga di scrivere due righe su qualcosa che conoscono e che sanno essere valida.