Hai sempre pensato che non era valido mettersi davanti e fare tuffi carpiati per riuscire nell’intento.
Ti sei sempre messa dove hanno scelto gli altri per te, aspettando senza spostarti che capitasse a te.
Barare non fa parte del tuo modo di essere, anche in queste piccole cose.

Non era mai successo prima.
Hai sempre visto che faceva bellissime parabole discendenti, ma non verso di te.
Ti sei fatta scavalcare persino da una bambina.

Ti chiedevi come ci si sentisse, quando succede.
E pensavi che a te non sarebbe capitato mai, come vincere qualcosa: e in effetti non hai mai vinto nulla, nemmeno alla lotterie di paese.

Ma ieri sera il miracolo si è avverato: l’hai visto, è venuto dritto verso di te, ed eri così incredula che l’hai preso con la mano sinistra.
Tump.
Per un attimo, tutto s’è fermato e hai sentito solo il rumore che faceva a prenderlo.
L’hai guardato, e sei rimasta a bocca aperta.
E hai pensato: non ci posso credere, per la prima volta nella vita ho in mano un bouquet.

(no, lui non ha gradito: era piuttosto scocciato.
il matrimonio è stato bello, sisi. ah dimenticavo: e il maroffo s’è sposato!)

OMG