Skip to content

Fulmen in clausola

Stamane per le strade vicino Montenapoleone a Milano ho visto una cosa davvero di pessimo gusto: una signora in giacca nera, coi pantaloni a sigaretta grigi con tanto di piega, che indossava un paio di scarpe da ginnastica bianche.
In una zona dove chiunque si veste in modo impeccabile faceva molto impressione.
C’è proprio gente che non ha il minimo senso del gusto, e non oso pensare come si veste normalmente quella signora.
Ah, ma che sciocca, dimenticavo: quella signora sono io.

(Perdonatemi, se potete.)

Discussione

  1. Aaaaaaaaaah ma la celluliiiiiite
    Aaaaaaaaaaah ma ognuno si veste come gli pare
    Aaaaaaaaaaaaah ma sei cattiva e giudicatoria
    Aaaaaaaaaaaaaaaaaaaah ma non si fa, noi siamo buoni...

    ;p

  2. anche io son con le adidas bianche stamattina...
    fa molto (per questo ufficio) ti credi di essere in palestra, ma me ne strasbatto ecco.

  3. Farei anche io un appunto sul termine "signora".
    E poi, mica bisogna essere tutti omologati a quelle personaggie piene di sè che circolano in quella zona, no?

  4. Vieni a vivere qui, che la Superba avrà tanti difetti, ma ciascuno si veste come diavolo vuole, le cose firmate sono aborrite perché simbolo di "parvenuesimo" e se ti metti tutta "in tiro" ti dicono ghignanti "Ti fé du sciàto!" (Sciato: sm. chiasso, strepito, rumore// fa du sciato: sfoggiare con arroganza, spandere rumorosamente ricchezze solo esteriori. Dal Dizionario Genovese-Italiano di Gaetano Frisoni, 1910) ;-*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articolo precedente

Articolo successivo