rompiamo la congiura del silenzio

– il disonore con cui le Istituzioni convivono
– il disonore delle attenuanti che reintroducono il delitto d’onore o dell’eccesso d’amore
– il disonore attribuito alle vittime: infangate, colpevolizzate, intimidite, zittite.

MERCOLEDI’ 7 giugno ore 10,30
Piazza Montecitorio-Roma