premessa: ho sempre adorato batman, tra tutti i supereroi, e il modo fumettoso di presentarlo al cinema. e questo mi ha anche fatto adorare questo film, che ha il pregio di essere sì fumettoso ma meno scontato di quanto potrebbe essere.
sicuramente è un bel po’ diverso dal batman di Tim Burton.
buona la regia di Christopher Nolan, regista tra l’altro anche di Memento, particolare ma senza trovate eccezionali.
Christian Bale, già ottimo in Equilibrium, qui è un batman davvero credibile, molto più di Michael Keaton: senza offesa, ma sia lui che Val Kilmer [bleah] erano davvero scarsi [di George Clooney non parlo nemmeno, che è meglio.]. nel primo batman insomma se non ci fosse stato Jack Nicholson a salvare tutti, e il gusto del regista, con quella magnifica Gotham City, non sarebbe stato un granchè.
buona anche l’interpretazione di Katie Holmes, anche se non brillante.
i nomi di Liam Neeson, Rutger Hauer e Morgan Freeman si presentano da sé.
magnifica la colonna sonora di James Newton Howard e Hans Zimmer [l’ho comprata appena uscita dal cinema, ebbene si, ho un debole per le colonne sonore.], cupa e martellante.
gli effetti speciali invece lasciano un po’ a desiderare, tra sporcature e montagne gommose.
ottima sceneggiatura di David Goyer, che guarda caso è già stato lo sceneggiatore di Dark City.

La cosa che rende diverso questo film dagli altri sui supereroi è che Batman è totalmente plausibile. Non ci sono superpoteri nel film. Non ci sono mutanti o personaggi che provengono da altri pianeti.

sicuramente un film cupo, con l’ottima trovata delle allucinazioni, e tuttavia molto positivo.
p.s.: la bat-mobile è bellissima.

una nota di colore: all’inizio del film nella sala semi vuota si sono sedute di fronte a me due signore anziane, sulla settantina. è passata la solita pubblicità terroristica sulla pirateria e appena finita si è sentita la voce di una della due signore che diceva: mi fa venire voglia di scaricare.